MONDIALI DI DELTAPLANO 2019 IN FRIULI VENEZIA GIULIA

12744138_1073154819372326_1653557241130695973_n Appena votata all’unanimità la proposta italiana di portare i mondiali di deltaplano del 2019 in Friuli Venezia Giulia. La delegazione carnica, con il sostegno dell’aeroclub Lega Piloti, ha avuto pieno sostegno da parte dei 32 delegati di tutto il mondo presso l’assemblea plenaria della FAI tenutasi a Losanna questa settimana.

candidatura mondiali deltaplano 2019

mond.2016MONDIALI DI DELTAPLANO NEL 2019 NEI CIELI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA – LA REGIONE LAVORA PER LA CANDIDATURA CHE VERRA’ PRESENTATA A FEBBRAIO A LOSANNA – COINVOLGIMENTO DI TUTTO IL TERRITORIO PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL FVG

08 gennaio 2016 – Un grande lavoro di squadra per un grande obiettivo: far sì che nel 2019, nei cieli del Friuli Venezia Giulia, vada in scena il XXII campionato mondiale di deltaplano, la più importante competizione ufficiale in assoluto in questa disciplina.

Un progetto articolato, che per la prima volta includerebbe nell’area di gara territori estremamente variegati ed estesi su tre nazioni (Italia, Slovenia e Austria), l’utilizzo della nuova tecnologia Live Tracking per seguire le prodezze dei piloti e un evento nell’evento realizzato con il supporto di oltre un centinaio di volontari, queste le carte che il Friuli Venezia Giulia mette in tavola per convincere la Federazione Aeronautica Internazionale a prediligere la candidatura friulana, che sarà ufficialmente presentata a Losanna il prossimo febbraio.

Forti della riconosciuta capacità organizzativa messa in luce nel 2012 in occasione dei Campionati Italiani e del fatto che la regione sia ormai conosciuta e apprezzata dai praticanti del volo libero, il Team Volo Libero Carnia ed altri sette club, in collaborazione e con il sostegno dell’amministrazione regionale, comuni, enti ed associazioni, si stanno preparando per sfruttare al meglio un evento che avrà centro operativo a Tolmezzo, ma che coinvolgerà tutta la nostra regione, offrendo ai piloti la possibilità di spingersi fino in Veneto, Trentino Alto Adige, Slovenia e Austria.

Nel caso in cui la proposta friulana risultasse la prescelta, il ritorno turistico e d’immagine sarebbe notevole per l’intero Friuli Venezia Giulia. Infatti, sarebbero circa duecento le persone – piloti e staff tecnico delle varie nazionali – presenti in regione per tre settimane nel 2019 e due settimane nel 2018, in occasione dei pre-mondiali, una sorta di prova generale ritenuta molto importante da ogni concorrente per poter migliorare il proprio punteggio e conoscere l’area. Da considerare che la manifestazione richiamerà in regione accompagnatori, familiari e appassionati, in grado di apportare un indotto diretto stimato in circa € 500.000.
Tuttavia, l’auspicio degli organizzatori è quello di dar vita ad un progetto che coinvolga il territorio e che porti ricadute sul lungo periodo, permettendo di dare nuovo slancio alle attività esistenti e di predisporre strutture ed attività che resteranno operative in futuro, creando prospettive occupazionali per i residenti.

Sarà dispiegata una consistente forza lavoro al fine di dare grande visibilità a livello nazionale ed internazionale ad un evento che si preannuncia spettacolare, valorizzando l’aspetto tecnico sportivo e l’intera area regionale. Infatti, le singole prove saranno predisposte in modo da permettere ai piloti di volare dalle Alpi alla pianura, dall’Adriatico alle Dolomiti, spaziando su tutte quattro le provincie e tra zone climatiche che, seppur vicine, offrono condizioni di volo molto diverse, fattore che permetterebbe di ovviare a condizioni meteorologiche non favorevoli.
Inoltre, saranno organizzate una serie di attività collaterali mirate a valorizzare il territorio e la cultura friulana.

L’intera Regione si sta mobilitando per presentare a febbraio in Svizzera un progetto unico e spettacolare, volto ad offrire un’esperienza irripetibile e coinvolgente ai piloti e a tutti gli appassionati di questo sport, che si è già rivelato un enorme risorsa a livello sportivo e commerciale, tanto che negli ultimi cinque anni il Friuli Venezia Giulia è stata la regione italiana che ha registrato il maggior incremento di praticanti del volo libero.

Giulia Pillinini

BUON 2016

Cattura 2016Ottimo anno il 2015 per i ploti di parapendio e deltaplano, a partire dal recente record del mondo femminile di distanza che Nicole Fedele ha fissato in 401 chilometri. Quello pregresso, 381 km, le apparteneva dal 2013. Teatro dell’impresa il nord est del Brasile dove il parapendio della trentenne pilota di Gemona del Friuli (Udine) si è librato in cielo per nove ore e 21 minuti. A gennaio in Colombia aveva vinto la sua seconda medaglia di bronzo durante i campionati del mondo. La nazionale di deltaplano, a marzo, ritorna dal Messico con l’ottavo oro mondiale, quarto consecutivo. Christian Ciech, trentino trapiantato nel varesotto, è campione del mondo per la terza volta. La formazione comprendeva oltre Ciech, Valentino Baù, Tullio Gervasoni, Davide Guiducci, Filippo Oppici, Suan Selenati, il CT Flavio Tebaldi e gli assistenti Andrea Bozzato ed Elia Piccinini. Ancora i piloti di deltaplano protagonisti ai pre-europei a Krushevo in Macedonia nel mese di agosto: Elio Cataldi di Vittorio Veneto (Treviso) vince la medaglia d’oro e Suan Selenati di Sutrio (Udine) quella d’argento. Unica l’impresa di Pierandrea Patrucco di Loranzè d’Ivrea (Torino) che sorvola in parapendio l’intera penisola. Decollato il 27 maggio da Bielmonte, frazione di Veglio, comune a nord di Biella, atterra a Torre Faro nei pressi di Messina dopo aver percorso una rotta di 1650 km in 47 giorni. Il volo libero, cioè senza motore, è fatto anche di questo. Marco Littamé di Gassino Torinese ha vinto la prima tappa della Coppa del Mondo di parapendio a Baixo Guandu in Brasile. Lo vedremo impegnato a gennaio 2016 nell’atto finale della coppa a Valle de Bravo in Messico. Aaron Durogati di Merano ha rappresentato l’Italia alla X-Alps, la maratona hike and fly da Salisbugo a Montecarlo, 1038 km da percorrere in volo o a piedi. Ce l’ha fatta in meno di 10 giorni, un po’ troppi rispetto agli otto e quattro ore dello svizzero Christian Maurer che l’ha vinta per la quarta volta. Per il 2016 il calendario degli appuntamenti vede in testa i campionati europei che si terranno a Krushevo in Macedonia. Dal 16 al 30 luglio si sfideranno i piloti di deltaplano..Adesso ci aspetta un nuovo anno, che sicuramente sarà ricco di nuove iniziative e tanti nuovi aggiornamenti; scriviamo queste poche righe per augurare a tutti voi piloti, utenti, visitatori, ed alle vostre famiglie un FELICE 2016, fatto di tanti buoni voli e di altrettanti felici atterraggi!! AUGURI a tutti Voi che anche quest’anno ci avete contattato per imparare a volare e provare un volo in biposto. Anche se non lo avete ancora fatto, siamo sicuri che, prima o poi, troverete il momento giusto per farlo. AUGURI infine a tutti i nostri collaboratori, ma anche a coloro che, per qualche strano caso del destino, sono finiti senza saperlo nella nostra community. GRAZIE, veramente GRAZIE a tutti e che il nuovo anno Vi porti tanta gioia e serenità .un augurio dal direttivo del “VOLO LIBERO CARNIA” CERCIVENTO

assemblea soci VOLO LIBERO CARNIA

LOGO VOLO LIBERO CARNIA AGGIORNATO  agosto 2012  - CopiaCercivento, 22/12/2015
Oggetto: convocazione assemblea annuale soci

Come da statuto del VOLO LIBERO CARNIA viene convocata l’assemblea annuale dei soci :
in prima convocazione per domenica 27 dicembre alle ore 5.30 presso la sede sociale in via taviele 4 a cercivento. e in seconda convocazione lunedì 28 dicembre 2015 alle ore 20.30 sempre allo stesso luogo con il seguente ordine del giorno :
1) approvazione bilancio 2015
2) programma 2016
3) vari ed eventuali
Come da statuto hanno diritto al voto tutti i soci ordinari in regola con il tesseramento 2014 e inseriti nel libro dei soci almeno 30 giorni prima della convocazione dell’assemblea non sono ammesse deleghe.
Seguirà bicchierata
Il presidente MARZIO LAZZARA