sospensione XContest in Italia,

Vista l’emergenza COVID-19 in corso nel nostro paese il Consiglio Direttivo FIVL ha deciso di sospendere XContest in Italia, sia per quanto riguarda il contest nazionale che i sub-contest locali.

In molte aree del paese sono in vigore restrizioni agli spostamenti delle persone, è legittimo ipotizzare che restrizioni analoghe possano essere estese ad altre aree del paese nel corso dell’evoluzione di questa emrgenza nazionale.
Per senso civico e sportivo riteniamo che la sospensione di XContest a partire dalla data odierna sia per FIVL un atto dovuto.

Dal punto di vista civico: per non incoraggiare spostamenti che in alcune aree sono già vietati e nelle altre comportano un aumento di rischio di trasmissione del virus.
Dal punto di vista sportivo: per non incentivare comportamenti poco responsabili e non penalizzare gli sportivi a cui è attualmente preclusa l’attività sportiva.
Dal punto di vista pratico: non sarebbe in ogni caso praticabile (e non rientrerebbe comunque tra i nostri ruoli) un controllo puntuale, volo per volo, circa la legittimità del volo in relazione alle aree soggette a restrizioni, oggi e nei prossimi giorni.

I voli caricati sulla piattaforma XContest a partire da oggi non verranno pertanto conteggiati ai fini della classifica.
Questo provvedimento resta in vigore a tempo indeterminato, augurandoci che i tempi per uscire dall’emergenza siano contenuti.

Il consiglio FIVL

Anno d’oro per il volo libero italiano

– L’anno che si sta per chiudere ha visto

i piloti italiani di parapendio e deltaplano assoluti protagonisti del palcoscenico mondiale del volo libero, vale a dire senza motore.
Per la prima volta l’Italia nel corso del 16° Campionato del Mondo di volo in parapendio ha conquistato i titoli iridati a squadre e quello individuale con Joachim Oberhauser, pilota di Termeno (Bolzano), 43 anni, esperto di macchine agricole nella vita.
Facevano parte della compagine azzurra anche la milanese Silvia Buzzi Ferraris, Christian Biasi di Rovereto (Trento), Marco Busetta di Paternò (Catania) residente nel messinese, Alberto Vitale pilota ragusano trapiantato a Bologna e Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano) in veste di CT.
Il successo si è concretizzato nei cieli di Krushevo in Macedonia lo scorso agosto davanti a 150 piloti iscritti in rappresentanza di 48 nazioni

Per il volo in deltaplano si è consolidata la ultra decennale supremazia azzurra con il conseguimento nei cieli casalinghi del Friuli del decimo titolo mondiale e sesto consecutivo. Azzurre anche le medaglie d’oro e d’argento nell’individuale con Alessandro Ploner, pilota di San Cassiano (Bolzano), e Christian Ciech trentino trapiantato a Varese. Per Ploner è il suo terzo successo mentre Ciech aveva vinto il titolo mondiale nel 2015.
Gli altri azzurri in gara: Filippo Oppici di Sala Baganza (Parma), Marco Laurenzi di Veroli (Frosinone), Davide Guiducci di Villa Minozzo (Reggio Emilia), Tullio Gervasoni di Brescia, Suan Selenati di Enemonzo (Udine) e Manuel Revelli di Cervasca (Cuneo). CT della squadra Flavio Tebaldi di Castiglione Olona (Varese), coadiuvato da Elia Piccinini di Castellarano (Reggio Emilia).
La XXII edizione dei Campionati del Mondo di deltaplano ha visto schierati 120 piloti in rappresentanza di 29 nazioni durante lo scorso luglio.

Se contiamo i titoli europei e le tante medaglie individuali, non si ricorda una disciplina sportiva come il volo in deltaplano e parapendio nella quale rappresentanze tricolori abbiano vinto di più.

Mondiale deltaplano: il trionfo azzurro nei cieli del Friuli

oro per la squadra, oro per Alessandro Ploner (nella foto a sinistra ) e argento per Christian Ciech. Si aggiungono Filippo Oppici nono e Marco Laurenzi undicesimo. Poi Davide Guiducci, Suan Selenati (foto a destra), Tullio Gervasoni, Manuel Revelli, Vanni Accattoli e Igriza Flora che hanno contribuito a fare squadra quando non a portare punti. Tutti insieme nella foto di gruppo.

Il team è campione del mondo per la decima volta, le ultime sei consecutive; otto i titoli individuali, dei quali tre per Alessandro Ploner, e cinque quelli europei. Non crediamo esista una nazionale italiana che abbia vinto di più in nessuna disciplina sportiva.

La nostra squadra ha condotto i giochi fin dalle prime battute, mantenendo la testa delle classifiche individuale e per nazioni durante tutte le nove task valide. È stato un campionato molto combattuto nel quale ha avuto grande importanza accumulare punti prima che gli avversari prendessero confidenza con i cieli del Friuli Venezia Giulia mai come questa volta baciati dal migliore tempo per il volo libero.

selenati 2019 350pxNell’individuale più di tutti il tedesco Primoz Gricar è riuscito ad arginare lo strapotere italiano, finendo il campionato al collo una meritata medaglia di bronzo. Ma anche lo svizzero Neuenschwander, il francese Alonzi, l’austriaco Ruhmer e altri non sono stati a guardare. Come ieri va a Gricar la vittoria anche nell’ultima task su un percorso di 101,5 km, dal Monte Cuarnan all’atterraggio nell’aviosuperficie di San Mauro di Premariacco vicino a Cividale del Friuli, che ha completato in 2 ore e 55 minuti alla media di 33,33 km/h. Secondo lo svizzero Peter Neuenschwander, terzo Christian Ciech. Seguono Gerd Doenhuber (Germania), Gary Wirdnam (Regno Unito), Manfred Ruhmer (Austria), Filippo Oppici, Glauco Pinto (Brasile), Alex Ploner e Alvaro Figueiredo Sandoli (Brasile).

Alle stelle il team leader Flavio Tebaldi che ha rilasciato l’intervista che potete leggere a questo link insieme alla cronaca della giornata.
Consenso unanime per il lavoro svolto dagli organizzatori Flyve e Aero Club Lega Piloti, dal direttore di gara Luigi Seravalli e dall’uomo della meteo Damiano Zanocco, ma anche al mezzo battaglione di volontari che si sono prodigati tra diversi decolli e atterraggi, una locomotiva senza la quale non può esistere nessuna competizione.

Ecco quindi i risultati finali che ci eleggono campioni ancor una volta:
Classifica individuale: Alex Ploner (Italia), Christian Ciech (Italia), Primoz Gricar (Germania), Peter Neuenschwander (Svizzera), Mario Alonzi (Francia), Manfred Ruhmer (Austria), Alvaro Figueiredo Sandoli (Brasile), Grant Crossingham (Regno Unito), Filippo Oppici (Italia), Gerd Doenhuber (Germania).

Classifica per nazioni: Italia, Brasile, Germania, Austria, Giappone, Gran Bretagna, Francia, Svizzera, Australia, Olanda.

Nazioni partecipanti 29 con 120 piloti; nove task disputate tra i 75 e i 200 km con voli sconfinanti anche nelle vicine Austria e Slovenia; fermata una a piloti già in aria e un’altra annullata entrambe per meteo avversa.

XXII Campionati del Mondo di deltaplano 2019

Ricco il programma degli eventi collaterali ed in particolar modo anche quello che precede il via ufficiale alla prestigiosa manifestazione iridata che il Friuli Venezia Giulia si appresta ad ospitare appena qualche settimana dopo la conclusione di un altro grande evento, quello dei Campionati Europei Under 21.
“Abbiamo confermato in questi ultimi giorni la ricca proposta a margine della manifestazione e partiremo già da sabato 6 luglio, con l’assegnazione alle ore 15.00 dello spazio Campo Volo a Cercivento ad Arturo Silverio, pioniere del volo senza motore e primo a sorvolare i cieli della Carnia con il suo aliante nel lontano 1937”, ci spiega Bernardo Gasparini di Flyve. “La giornata poi proseguirà con una stupenda mostra fotografica proprio in ricordo di Silverio che verrà inaugurata alle ore 17.00 a Sutrio (Udine) e che resterà aperta dal 6 al 20 luglio tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (il tutto a cura di Volo Libero Carnia), per concludersi poi con il Pre World Party con DJ Set, cocktail e della buona birra sul Monte Valinis a Meduno, direttamente da uno dei decolli del mondiale, evento che organizzeremo in collaborazione con il Bar Carino. Non mancate, perché resterete stupiti dalla bellezza delle foto di un tempo e, se il meteo ci assisterà, dallo spettacolo del Monte Valinis. Domenica 7 luglio invece, a Meduno presso il palazzo Colossis a cura del Circolo Culturale Tiziana Marsiglio di Meduno, alle ore 18.00 verrà inaugurata un’altra incredibile mostra sul genio di Leonardo, denominata Leonardo in Volo – 500 anni di macchine volanti: non servono commenti sul genio di questo artista che ci ha lasciato delle opere straordinarie e che verrà celebrato anche in Friuli Venezia Giulia a 500 anni dalla sua scomparsa”.

Dopo sette giorni si comincerà a fare sul serio e, sbrigate le ultime formalità burocratiche, Giovanni Rupil ci parla delle iniziative che coinvolgeranno il capoluogo carnico di Tolmezzo.

“Sabato 13 luglio sarà un giorno storico per tutti gli amanti del volo della nostra regione. Per la prima volta infatti, ospiteremo un Campionato del Mondo di deltaplano e questo ci riempie di grande orgoglio per il lavoro svolto e che ci ha portato a questo incredibile traguardo, che cercheremo di onorare al massimo delle nostre capacità. Alle ore 10.30 presso l’Albergo Roma di Tolmezzo verranno svelati gli scatti immortalati da Gino Nardo, Fabio Passador, Thomas Chiaranda e Gianni Bortolussi, fotografi ufficiali della competizione iridata. La mostra rimarrà poi aperta sino al 27 luglio, giorno di chiusura dei mondiali. Questo sarà solo l’antipasto di quello che andrà in scena dalle ore 19.00 in piazza XX Settembre, quando come per ogni grande evento si alzerà il sipario con la cerimonia di apertura ufficiale, con la sfilata delle nazioni presenti, l’esibizione di gruppi storici e molte altre sorprese che non sveliamo ancora. A seguire ci sarà – com’è giusto che sia – una grande festa con il concerto dei Cacao Mental, gruppo spalla del Tour di Jovanotti denominato Jova Beach Party: siamo davvero felicissimi di poter ospitare un gruppo di grande caratura musicale e auspichiamo una folta presenza di pubblico pronto a scatenarsi nella lunga notte che poi ci condurrà ai primi voli”.

Sono in fase di definizione anche gli altri eventi collaterali che si svolgeranno durante la manifestazione, di cui daremo pronta comunicazione in un prossimo comunicato stampa condividendo poi il tutto sul sito ufficiale della manifestazione e sulla pagina facebook.

Matteo Giordano
press office Hang Gliding World Championships 2019
sito – press (AT) italy2019.com – pagina facebook

mondiali delta 2019 manifesto 500pxSaturday 13rd July the opening ceremony of XXII Hang Gliding World Championship

Piazza XX Settembre in Tolmezzo (Udine)) will host the Official Opening Ceremony of the XXII World Hang Gliding Championship, on Saturday 13rd July, at 7 o’clock pm.

After the European Under 21 Championship, just ended, Friuli Venezia Giulia is ready for another prestigious sport event, with a lot of initiatives on the sidelines.
“We’ve just confirmed all of them in these days and the first one will be already on next Saturday 6th July, with the assignment of the flight field of Cercivento (Udine) to Arturo Silverio, who flew with his glider for first in 1937 in Carnia’s skies”, told us Bernardo Gasparini of Flyve. “The day will going on at 5 o’clock pm with the official opening of a photo exhibition made by Volo Libero Carnia in Sutrio (Udine), to remember Silverio. The exhibition will be open all days from 6th July to 20th July from 10.00am to midday and from 4.00pm to 7pm. Finally, at the beginning of the night, we’ll have a dance party at Monte Valinis – Meduno (Pordenone) which is one of the World Championship take off, with DJ Set, cocktail and beer, in cooperation with Bar Carino. We wait for you because you will be amazed at both by the historical photos and the view of the valley at the sunset! Sunday 07th July, in Meduno (Pordenone) at Palazzo Colossis at 6 o’clock pm another photo exhibition will be opened: we’re talking about the genius of Leonardo, at 500 years from his death. The exhibition is curated by Circolo Culturale Tiziana Marsiglio and it’s called Leonardo in Volo – 500 anni di macchine volanti”.

Giovanni Rupil of Flyve instead tell us about the events that will take place after seven days, to open officially the World Hang Gliding Championship.
“Saturday 13rd July will be an historical day for flight lovers of Friuli Venezia Giulia. For the first time of our history, we’ll host the Hang Gliding Championship and we’re really proud because we’ve done a lot of work to achieve this goal. At 10.30 in the morning, at Hotel Roma in Tolmezzo (Udine), the official photographers of the event Gino Nardo, Fabio Passador, Thomas Chiaranda and Gianni Bortolussi will show us their photo shoots. The exhibition will remain open until 27th July, the closing day of the World Championship. At 7pm, in piazza XX Settembre in Tolmezzo (Udine), the curtain will raise with the Official Opening Cerimony, with the parade of the nations, the exhibition of historical groups and a lot of surprises that we won’t reveal now. After that, a great concert with Jovanotti’s Jova Beach Party Tour musical group Cacao Mental: we’re honored to host a musical group like this one and we wait for a lot of people to celebrate this wonderful day”.

The other events still being finalized and you’ll be informed about them as soon as possible.
Please, keep update at www.italy2019.com and on the official facebook page.

Matteo Giordano
press office Hang Gliding World Championships 2019