campionato mondiale parapendio 2017 FELTRE ( BL )

avena 2017 podio team

a dominare in ogni classifica la Francia, com’era già accaduto negli Europei dello scorso anno, insidiata dalle ottime prestazioni dei piloti sloveni, un’altalena estenuante tra gli atleti dei due team, sia nel singolo che a squadre.

Dopo un’ultima, breve task di 45,3 km, si chiude in bellezza MonteAvena2017, 15° Campionato del Mondo di parapendio, organizzato per la prima volta in Italia dai ragazzi del Para & Delta Club Feltre e dall’Aero Club Feltre. Cuore strategico e quartier generale della manifestazione il nuovissimo Centro del Volo in località Boscherai di Pedavena (Belluno), non lontano da Feltre (Belluno), una struttura ben fatta e destinata al miglior futuro.

La manche odierna, l’undicesima, è stata vinta dal britannico Guy Anderson e gli è valsa il titolo di vice campione del mondo, con un balzo in avanti dal nono posto di ieri.
Finalmente uno scatto d’orgoglio da parte degli azzurri con Alberto Vitale al secondo posto e Silvia Buzzi Ferraris che agguanta definitivamente la medaglia di bronzo nella classifica femminile, medaglia che ieri sembrava esserle sfuggita di mano.
Nella prova odierna al terzo e quarto posto si sono classificati i francesi Julien Wirtz, e Pierre Remy. Con questa prestazione Pierre conquista definitivamente il titolo di Campione del Mondo, lasciando indietro i più diretti avversari, gli sloveni Jurij Vidic e Dusan Oroz. Miglior pilota donna in questa prova, Petra Slivova (Repubblica Ceca).

La classifica finale “overall”, comprende tutti i 149 i piloti, compresa la pattuglia di 16 quote rosa, è stilata sommando i risultati conseguiti negli undici voli, uno al giorno, su percorsi che vanno dai 45,3 km odierni ai 117,2 della terza task.

Questa graduatoria ha eletto, quindi, Campione del Mondo 2017 Pierre Remy (foto) che raccoglie il testimone dal connazionale Honorin Hamard, terzo classificato alla pari con lo sloveno Jurij Vidic. Medaglia d’argento a Guy Anderson, come detto. Il miglior azzurro l’alto atesino Joachim Oberhauser, undicesimo.

Ha difeso con successo il titolo femminile, già suo dal 2015, la francese di origine nipponiche Seiko Fukuoka Naville (foto) primo posto in classifica che ha mantenuto in solitaria dall’inizio alla fine, seguita dalla rivelazione del campionato, l’australiana Kari Ellis, e dalla nostra Silvia Buzzi Ferraris.

Ancora la Francia fa suo il titolo iridato a squadre, seguita da Slovenia, Svizzera, Gran Bretagna, Austria e Italia, risalita oggi al definitivo sesto posto dall’ottavo di ieri.

Se i risultati sportivi sono un poco amari per l’Italia, di ben altro sapore, invece, sono quelli conseguiti da MonteAvena2017, a partire dalle 47 nazioni presenti, numero che segna il record assoluto nella storia di un campionato mondiale di questa disciplina.
Valutati in oltre 30.000 gli appassionati, curiosi, in generale il pubblico, che negli undici giorni di gara, si è mosso per seguire da vicino i piloti in lizza, 150 vele che hanno colorato i cieli del Triventeto, volando sopra un’area pari a circa 5.000 kmq in uno spettacolo unico e mozzafiato. Basti pensare che alla cerimonia inaugurale hanno assistito migliaia di persone, fino a saturare la grande piazza di Feltre. Una ricaduta benefica in termini di promozione del territorio, puntualmente riportata da media locali e nazionali

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

Lascia un commento